LO STRUFFALLOCERO BLU

Roger Olmos, Ursula Wölfel

LO STRUFFALLOCERO BLU
Editori: #logosedizioni
Codice Prodotto: 9788857609829
Disponibilità: Immediata
Prezzo: 7,00€
LO STRUFFALLOCERO BLU LO STRUFFALLOCERO BLU LO STRUFFALLOCERO BLU LO STRUFFALLOCERO BLU LO STRUFFALLOCERO BLU LO STRUFFALLOCERO BLU

Nella calda savana, i facoceri grufolano contenti alla ricerca di radici e al tramonto si concedono rilassanti bagni di fango… tutti tranne uno, che se ne sta in disparte, disgustato da quei corpi tozzi e grigi e da quei grugni pieni di verruche. Questo facocero si tiene alla larga dai suoi simili, ignaro di essere esattamente come loro, finché un giorno, specchiandosi nell’acqua dello stagno, scopre l’amara verità. Affranto per il suo aspetto così rozzo e ordinario, il facocero scorge nello stagno uno splendido pesce blu. Da quell’istante non riesce a pensare ad altro che a quel colore così elegante… e lo desidera così ardentemente che, risvegliandosi dopo una notte di sonno, scopre di essere diventato dello stesso blu brillante di quel pesce!
Orgoglioso e soddisfatto, il facocero blu corre a pavoneggiarsi in giro, ma incontrerà tanti altri animali che gli sembrano più belli, più eleganti e più maestosi di lui. Così, notte dopo notte, il facocero desidererà un collo da giraffa, una criniera da leone, lunghe zampe da struzzo… e si trasformerà fino al punto di smarrire la propria identità. Come farà a riconquistarla?
Dalla penna della premiata autrice tedesca Ursula Wölfel, questo racconto surreale e divertente arriva finalmente in edizione italiana, arricchito dalle spassosissime illustrazioni a olio di Roger Olmos. La biblioteca della Ciopi cresce, adottando una nuova storia che farà riflettere grandi e bambini sul modo in cui ciascuno percepisce il proprio corpo, e sull’importanza di accettarsi e volersi bene così come si è.

L’autrice
Ursula Wölfel (1922-2014) è stata una scrittrice tedesca. Nonostante una gioventù segnata dalla Seconda guerra mondiale, riuscì a completare i suoi studi, diventando educatrice e maestra elementare. Nel 1961 decise di dedicarsi esclusivamente al suo sogno: scrivere libri per ragazzi. Nel corso della sua carriera si aggiudicò numerosi premi, tra cui il prestigioso Deutscher Jugendliteraturpreis nel 1962 e nel 1991. I suoi libri sono tradotti in ben quindici lingue.

L’illustratore
Roger Olmos è nato a Barcellona il 23 dicembre 1975, e si è avvicinato al mondo dell’illustrazione fin da bambino. Al termine degli studi, dopo un apprendistato all’Institut Dexeus come illustratore scientifico, si iscrive alla scuola di arti e mestieri Llotja Avinyò, per poi dedicarsi all’illustrazione di libri per ragazzi. Nel 1999 viene selezionato alla Bologna Children’s Book Fair, e lì conosce il suo primo editore. Da allora ha pubblicato oltre una cinquantina di titoli con una ventina di case editrici spagnole e internazionali.
Premi e riconoscimenti:

  • Negli anni 1999, 2002 e 2005 è stato selezionato per la Mostra degli Illustratori della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna.
  • Selezione White Ravens 2002, con Tío Lobo; kalandraka
  • Selezione White Ravens 2004, con El Libro de las Fábulas, Ediciones B
  • Menzione speciale White Ravens 2006, per La cosa che fa più male al mondo, OQO/#logosedizioni
  • Premio Llibreter de Álbum Ilustrado 2006, per La cosa che fa più male al mondo, OQO/#logosedizioni
  • Premio Lazarillo de Álbum Ilustrado 2008, per El príncipe de los enredos, Edelvives
  • Premio 400Colpi, Torredilibri 2015, per Senzaparole, #logosedizioni
  • Premio del Ministerio de Cultura de España al mejor libro ilustrado categoría infantil y juvenil 2016, per La leggenda di Zum

Con #logosedizioni ha pubblicato: Amigos, Calando, La capra matta, La cosa che fa più male al mondo, Cosimo, La leggenda di Zum, Rompicapo, Seguimi! (una storia d’amore che non ha niente di strano), Senzaparole (libro e portfolio), Storia del bambino buono / Storia del bambino cattivo (disponibile anche in inglese e spagnolo), Una storia piena di lupi, Stop, La zanzara, Lucia e Lo struffallocero blu.

#laBIBLIOTECAdellaCIOPI #ILLUSTRATI #logosedizioni

Nella calda savana, i facoceri grufolano contenti alla ricerca di gustose radici da mangiare e al tramonto si concedono rilassanti bagni di fango… tutti tranne uno, che se ne sta in disparte, disgustato da quei corpi tozzi e grigi e da quei grugni pieni di verruche. Ignaro di essere esattamente come loro, questo facocero si tiene alla larga dai suoi simili, finché un giorno, specchiandosi nell’acqua del lago, scopre l’amara verità. Affranto per il suo aspetto così rozzo e ordinario, il facocero scorge nello stagno uno splendido pesce blu. Da quell’istante non riesce a pensare ad altro che a quel colore così elegante… e lo desidera tanto ardentemente che, risvegliandosi dopo una notte di sonno, scopre di essere diventato dello stesso blu brillante di quel pesce! Orgoglioso e soddisfatto, il facocero blu corre a pavoneggiarsi in giro, ma incontra tanti altri animali che gli sembrano più belli, più eleganti e più maestosi di lui. Così, notte dopo notte, il facocero desidera un collo da giraffa, una criniera da leone, lunghe zampe da struzzo…
Il facocero vede tutti i suoi desideri esauditi, ciò nonostante è sempre insoddisfatto: l’erba del vicino gli sembra più verde, e l’invidia non gli permette di apprezzare quello che ha. A forza di volersi diverso, si trasforma al punto di smarrire la propria identità. Per ritrovarla, corre fiducioso in città dagli uomini, che conoscono il nome di ogni cosa, e infatti una bambina gli svela il suo: è uno struffallocero blu! Entusiasta di avere di nuovo un nome, l’animale danza fino allo sfinimento e si addormenta, finalmente felice… salvo risvegliarsi l’indomani mattina in una gabbia. È diventato un animale straordinario, da mettere in mostra, e tutti gli umani accorrono ad ammirarlo e a vederlo danzare, ma dietro le sbarre lo struffallocero è triste. Non mangia, non beve e non si muove. Non ha voglia di fare niente. Vorrebbe essere libero e avere un paio di ali per volare via come un uccello. Per fortuna, anche questa volta viene accontentato: può spiccare il volo e, tornando verso casa, lanciare doni dal cielo a tutti gli animali di cui ha preso in prestito un pezzo, per ringraziarli. Giunto allo stagno dei facoceri, lo struffallocero prova perfino un po’ di nostalgia: loro si divertono tanto insieme, e lui invece è sempre solo! È l’unico esemplare della sua specie e non ha compagni con cui trascorrere il tempo. Ma, ancora una volta, gli basta addormentarsi per risolvere il problema… e capire che a volte bisogna imparare ad accontentarsi di ciò che si ha, e stare molto ma molto attenti a ciò che si desidera!
Dalla penna della premiata autrice tedesca Ursula Wölfel (1922-2014), un racconto surreale e divertente per capire che voler essere speciali a tutti i costi può farci sentire molto soli e che, anche se a volte pensiamo di essere ordinari, ciascuno di noi è unico. Definita “la Rodari tedesca”, Ursula Wölfel ha lavorato come insegnante e educatrice, per poi dedicarsi alla narrativa a tempo pieno. Ha scritto una quarantina di libri per bambini ricevendo numerosi premi, tra cui il prestigioso Jugendliteraturpreis, il più importante riconoscimento tedesco nell’ambito della letteratura per l’infanzia. Le sue storie non narrano le gesta di personaggi magici e straordinari, ma raccontano la realtà quotidiana con tanto senso dell’umorismo e un pizzico di assurdo. Il suo Struffallocero blu (Das blaue Wagilö) arriva finalmente in edizione italiana, arricchito dalle spassose illustrazioni a olio di Roger Olmos. Innamoratissimo degli animali, l’artista catalano interpreta alla perfezione l’ironia del testo, accompagnandoci in un mondo pieno di animali buffissimi e variopinti.
La biblioteca della Ciopi presenta una nuova storia che farà riflettere adulti e bambini sul modo in cui ciascuno percepisce il proprio corpo, e sull’importanza di accettarsi e volersi bene così come si è.

Download pdf

Mirta Cimmino

Dati Libro
Illustratore Roger Olmos
Autore Ursula Wölfel
Collana #ILLUSTRATI
Anno di pubblicazione 2018
Copertina Brossura con ali
Dimensioni cm 15,0 x 19,0
Pagine 56
Lingua/e italiano
Peso 0.2 kg
INTER LOGOS S.R.L. - via Curtatona 5/2 - 41126 Modena - Italia - commerciale@logos.info - tel. 059/412648
P.IVA e C.F. 02394080366 - REA Modena No. 298980 - C.S. 110.400 Euro